*Dott. Antonino BERTINO – Segretario ATS UNPISI Piemonte

Venerdì, 22 aprile 2022, nella sala conferenze de La Rubbianetta nello splendido parco della Mandria a Druento (TO), si è tenuto il Convegno La “riforma” del D. Lgs. 81/08 dopo le modifiche della Legge 215/21, promosso e organizzato dall’ATS UNPISI [1] Piemonte.

L’evento ha riscontrato notevole interesse da parte degli operatori del settore che sono intervenuti numerosi e hanno riempito la sala.

I lavori sono stati aperti dal Segretario regionale [2], dell’ATS UNPISI Piemonte che ha introdotto l’argomento ed ha passato il collegamento, via web al vice direttore [3] del settore Sanità e Welfare della Regione Piemonte che ha evidenziato, la volontà di potenziare i servizi ASL per le dotazioni organiche con la possibilità di fare sinergia tra diverse professioni sanitarie che sono impegnate nel fare promozione della salute nei luoghi di lavoro.

Il primo intervento fatto a due voci, ha inquadrato giuridicamente le modifiche intervenute al D.Lgs. 81/08 a seguito dell’entrata in vigore del D.L. 146/21, convertito con modifiche dalla legge 215/21 che non sono solo quelle relative alla Sospensione dell’Attività Imprenditoriale e la modifica dell’allegato I del predetto decreto legislativo, come inquadrato nell’evento, ma riguardano a grandi linee, anche:

−        i “Comitati regionali di coordinamento”;

−        il “Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro”;

−        la “Vigilanza sull’applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”;

−        gli “Obblighi del datore di lavoro e del dirigente”;

−        gli “Obblighi del preposto”;

−        gli “Obblighi connessi ai contratti d’appalto o d’opera o di somministrazione”;

−        la “Formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti”;

−        gli “Organismi paritetici”;

−        il “Sostegno alla piccola e media impresa, ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriali e alla pariteticità”;

−        le “Sanzioni per il datore di lavoro e il dirigente”;

−        i “Criteri per l’individuazione e l’uso” dei DPI,

−        la “Notifica preliminare”.

Successivamente si è entrato nel vivo dell’argomento oggetto dell’incontro, la Sospensione dell’Attività Imprenditoriale, con un confronto tra le prime indicazioni interpretative/operative dell’INL e quelle che la regione Piemonte ha inviato alle ASL di riferimento sui punti dell’allegato I del D.Lgs. 81/08. Comparativamente sono state presentate anche le indicazioni operative inviate dalla regione Lazio alle ASL di riferimento. Al netto delle indicazioni operative pubblicate dall’INL, facendo un confronto delle indicazioni operative tra quelle delle due regioni non si sono evidenziate sostanziali differenze.

Suggestiva è stata la rappresentazione dell’esperienza fatta sul campo dal personale di Vigilanza della regione Piemonte e della regione Lazio. Entrambe le esperienze hanno evidenziato le problematiche operative nell’applicazione della “Sospensione”, comprese le difficoltà di coordinamento con l’INL sull’applicazione delle novità introdotte dalla legge n.215/21.

L’incontro si è concluso con la tavola rotonda, che ha perfezionato lo scopo dell’evento, cioè quello di promuovere un confronto partecipato degli operatori sull’applicazione della normativa di riferimento, evidenziando le differenti modalità operative nei diversi abiti territoriali con una serie di dubbi interpretativi della norma che dovrebbero essere colmati da un indirizzo univoco dei soggetti decisori, anche raccogliendo le esperienze del personale che opera sul campo.

La riflessione conclusiva dell’evento, che ha avuto come filo conduttore l’analisi critica delle novità e delle modifiche al D.lgs 81/08 introdotte dal Decreto Legge n. 146/2021, convertito con modifica dalla Legge 215/2021, ha anche evidenziato che il nuovo impianto relativo alla Sospensione dell’Attività Imprenditoriale si va a sommare ad una serie di strumenti normativi che già venivano e vengono adottati dal personale degli Organi di Vigilanza delle ASL, per svolgere l’attività, propria, di Prevenzione e Promozione della Legalità.

      I relatori [4]

  • [1] Associazione Tecnico Scientifica Associazione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario d’Italia
  • [2] Dott. Antonino BERTINO dipendente ASL TO3
  • [3] Dott. Bartolomeo GRIGLIO
  • [4] Dott. Fabrizio ROMANO e Dott. Gabriele BERTARIONE RAVAROSSA GALLESIO, entrambi TPALL della ASL TO4 della sezione di PG della Procura della Repubblica c/o il tribunale di Ivrea, Dott. Paolo MOSCETTA, TPALL della ASL ROMA 2, Dott. Giacomo PORCELLANA, TPALL della ASL TO3 e Dott. Antonino BERTINO, segretario regionale ATS UNPISI Piemonte – TPALL ASL TO3
Conclusosi l’evento nella nostra area riservata è stato caricato il materiale e la registrazione (LINK AREA RISERVATA)
ATTENZIONE !!! Registrazione dell’evento disponibile solo per i soci in regola con l’iscrizione all’anno in corso
Parlano di noi … 

continua la lettura nel sito web

Ricorda di ISCRIVERTI alla nostra associazione per accedere a questo ed ulteriori contenuti esclusivi presenti nella nostra AREA RISERVATA SOCI
Total Views: 176Daily Views: 2