SCUOLA UMBRA – La “riforma” e gli aggiornamenti del D.Lgs 81/2008 dopo le modifiche della Legge 215/21. Aggiornamenti normativi e prime esperienze operative nella sua applicazione

Home/SCUOLA UMBRA – La “riforma” e gli aggiornamenti del D.Lgs 81/2008 dopo le modifiche della Legge 215/21. Aggiornamenti normativi e prime esperienze operative nella sua applicazione

SCUOLA UMBRA – La “riforma” e gli aggiornamenti del D.Lgs 81/2008 dopo le modifiche della Legge 215/21. Aggiornamenti normativi e prime esperienze operative nella sua applicazione

*Dott. Antonino BERTINO – Segretario ATS UNPISI Piemonte

Lunedì, 27 giugno 2022, Il Consorzio “Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica” Villa Umbra ha promosso e organizzato, in modalità FAD il Seminario sulla “riforma” del D. Lgs. 81/08 dopo le modifiche della Legge 215/21, l’evento ha riscontrato notevole interesse da parte degli operatori del settore che hanno partecipato numerosi.

I lavori sono stati aperti dal Segretario regionale (1), dell’ATS UNPISI Piemonte che ha introdotto l’argomento ed ha passato il collegamento, al primo relatore prof. Paolo PASCUCCI, ordinario dell’Università di Urbino BO, che ha dettagliato in modo puntuale ed esaustivo la parte normativa del D.Lgs 81/2008 dopo le modifiche della Legge 215/21. L’intervento ha suscitato particolare interesse da parte dei partecipanti che hanno posto vai quesiti al prof. Paolo PASCUCCI, che per impegni ha dovuto interrompere il collegamento e lasciare i lavori seminariali.

A seguire sono intervenuti i Tecnici della Prevenzione, Dott. Gabriele BERTARIONE RAVAROSSA GALLESIO e Dott. Fabrizio ROMANO entrambi in servizio nella ASL TO4 di Ciriè, Chivasso e Ivrea, che hanno inquadrato giuridicamente le modifiche intervenute al D.Lgs. 81/08, e hanno presentato un caso studio.

Successivamente il Dott. Giacomo PORCELLANA, Tecnico della Prevenzione della ASL TO3, si è addentrato nell’argomento della Sospensione dell’Attività Imprenditoriale, con un raffronto applicativo dei punti dell’allegato I del D.Lgs. 81/08. In particolare tra le prime indicazioni operative dell’INL e quelle che la regione Piemonte ha inviato alle ASL di riferimento. Ugualmente il Dott. Paiolo MOSCETTA Tecnico della Prevenzione della ASL ROMA 2 ha presentato le indicazioni operative inviate dalla regione Lazio alle ASL di riferimento.

Stimolante è stata la rappresentazione dell’esperienza fatta dal personale di Vigilanza della regione Piemonte e della regione Lazio. Entrambe le esperienze hanno evidenziato eguali problematiche operative nell’applicazione delle novità introdotte dalla legge n. 215/21.

L’evento ha raggiunto l’obiettivo di promuovere un confronto partecipato degli operatori per irrobustire la professionalità degli addetti sull’applicazione della normativa di riferimento, evidenziando alcune differenti modalità operative, anche evidenziato dall’intervento di un funzionario dell’ITL, nei diversi ambiti territoriali con una serie di dubbi interpretativi della norma che dovrebbero essere colmati da un indirizzo univoco dei soggetti decisori.

La riflessione conclusiva del seminario, che ha avuto come filo conduttore l’analisi critica delle novità e delle modifiche al D.lgs 81/08 introdotte dal Decreto Legge n. 146/2021, convertito con modifica dalla Legge 215/2021, ha anche evidenziato che il nuovo impianto legislativo va ad implementare gli strumenti normativi che già vengono adottati dal personale degli Organi di Vigilanza delle ASL, per svolgere l’attività, propria, di Prevenzione e Promozione della sicurezza.

(1) Dott. Antonino BERTINO dipendente ASL TO3

l

Ricorda di ISCRIVERTI alla nostra associazione per accedere a questo ed ulteriori contenuti esclusivi presenti nella nostra AREA RISERVATA SOCI
Total Views: 141Daily Views: 1
2022-06-29T13:57:48+02:00
Torna in cima