Considerazioni conclusive del Webinar “Modifiche alla legge 30 aprile 1962, n. 283 applicazione del D.Lgs 10 ottobre 2022 n. 150”

Home/Considerazioni conclusive del Webinar “Modifiche alla legge 30 aprile 1962, n. 283 applicazione del D.Lgs 10 ottobre 2022 n. 150”

Considerazioni conclusive del Webinar “Modifiche alla legge 30 aprile 1962, n. 283 applicazione del D.Lgs 10 ottobre 2022 n. 150”

L’Associazione Tecnico Scientifica UNPISI comunica ai propri associati la conclusione dell’evento formativo svoltosi in modalità webinar “Modifiche alla legge 30 aprile 1962, n. 283 applicazione del D.Lgs 10 ottobre 2022 n. 150” in data 30 novembre 2022 dalle ore 14.30 alle 18.00 realizzato con l’obiettivo di analizzare il nuovo contenuto normativo e discutere di come cambiano le funzioni e le procedure connesse con le attività ispettive in materia di produzione, manipolazione e somministrazione di alimenti destinati al consumo umano.

Evento online promosso dal Comitato Scientifico dell’Associazione UNPISI – Tecnici della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro in collaborazione con emovere s.a.s.agenzia per la formazione professionale.I relatori tutti Tecnici della Prevenzione, ROSSI Giovanni Presidente UNPISI, FEDELE Antonio laureato in giurisprudenza vice presidente UNPISI nonchè Resp. Ufficio tecnico e giuridico dell’UNPISI e BERTINO Antonino Segr. Regionale UNPISI comitato Piemonte hanno sapientemente aggiornato i colleghi collegati a distanza delle novità in ambito di applicazione della legge penale in ambito di sicurezza e igiene alimentare di cui alla D.lgs 10 ottobre 2022 n. 150 ed in particolare art. 70 d.lgs. 150/2022 (cd. “riforma Cartabia”).
l
Si riporta una sintesi dei contenuti espressi nel corso dell’evento:
Il succitato articolo interviene nel corpo della Legge 283/62, da illo tempore considerata “lo strumento penale” da utilizzare o citare come solo deterrente per la difesa della salubrità ed igienicità delle produzioni agroalimentari principalmente tutelate attraverso l’art. 5 e le sue diverse ipotesi di reato, tutte contravvenzionali e punite con pena alternativa dell’arresto o dell’ammenda dal successivo articolo 6.
Con il decreto Cartabia sono state evidenziati i reati contravvenzionali suscettibili di semplificazione con funzioni di efficientamento del sistema e di alleggerimento del carico processuale, prevedendo ove le contravvenzioni non concorrano con un delitto, una specifica “causa estintiva” delle stesse nella fase delle indagini preliminari, quando possibile ovvero quando le stesse “abbiano cagionato un danno o un pericolo suscettibile di elisione mediante condotte ripristinatorie o risarcitorie” .
Resta fermo l’obbligo di segnalazione della notizia di reato sebbene con procedimento penale che rimane sospeso fino al temine dell’iter di estinzione del reato secondo le nuove modalità e tempistiche.
Scendendo nel pratico l’accertatore, riscontrata una contravvenzione agroalimentare con “le particolari caratteristiche da valutare caso per caso”, impartisce al contravventore una prescrizione fissando un termine di regolarizzazione (prorogabile su richiesta motivata fino a un massimo di sei mesi prorogabile di altri massimo altri sei) e contestualmente fornendone comunicazione al Pubblico Ministero.
Rispetto alle analoghe previsioni in materia di sicurezza, nel caso di specie, insieme alla notizia di reato va trasmesso al PM anche il verbale di prescrizioni (in maniera similare a quanto già effettuato con i reati contravvenzionali ex D.lgs 758/94), così attribuendogli il potere di intervenire nel merito delle prescrizioni mediante decreto qualora lo ritenga necessario.
Sarà la prassi a determinare in concreto se e quando questo potere verrà attivato ed in quali termini: un intervento sulle prescrizioni dell’organo accertatore, che di regola ha conoscenze tecniche di settore, implica comunque una sollecitazione potenziale alla Procura quale controllore del merito e garante del rito, anche nulla vieta su iniziativa del contravventore stesso che non concordi sulle condotte risarcitorie o ripristinatorie prescritte.
Per poter concludere l’iter procedurale ed accedere alla estinzione del reato, infine, l’accertatore verificherà, con tempistiche ristrette, funzionali allo scopo di accelerazione delle tempistiche procedurali, l’avvenuto corretto adempimento ammettendo in caso positivo il contravventore al pagamento (pari a un sesto del massimo dell’ammenda stabilita dall’astratta fattispecie di reato) ovvero segnalando l’inadempimento alla Procura per il prosieguo del procedimento penale.
Effettuato il pagamento, la contravvenzione si estingue ed il Pubblico Ministero richiede l’archiviazione del procedimento, secondo lo schema ormai consolidato nel settore della sicurezza e dell’ambienteAnche con la nuova procedura si prevede l’utilità dell’adempimento tardivo della prescrizione. In particolare, l’adempimento in tempi superiori al prescritto costituisce una circostanza attenuante che verrà poi valorizzata in sede processuale in termini di diminuzione di pena o comunque di bilanciamento di circostanze secondo gli ordinari canoni dell’art. 69 c.p..
Un adempimento tardivo ovvero con modalità diverse da quelle impartite in sede di accertamento ma che eliminino comunque le conseguenze dannose o pericolose potranno essere valorizzati anche in sede di oblazione ex art. 162bis c.p., ove è previsto un ulteriore vantaggio rispetto all’impostazione codicistica, con previsione di pagamento della somma di un quarto del massimo dell’ammenda, anziché della tradizionale metà.
l
Nel corso dell’evento i relatori hanno presentato contributi grafici e modulistica che sarà trasmessa ai soli iscritti (in regola con il pagamento) del corso in oggetto.
Al termine è stata promossa una discussione con la quale è stato possibile simulare e/o analizzare casi pratici anche in riscontro alle domande formulate dalla platea.

Per maggiori informazioni sull’evento e/o simili iniziative contattaci all’indirizzo reperibili sulla pagina web ATS UNPISI e/o sulla pagina web degli organizzatori del corso emovere s.a.s.

Per questo webinar e/o simili eventi ricorda di iscriverti all’ATS UNPISI per beneficiare di importanti scontistiche.

l

Ricorda di ISCRIVERTI alla nostra associazione per accedere a questo ed ulteriori contenuti esclusivi presenti nella nostra AREA RISERVATA SOCI

l

Total Views: 355Daily Views: 1
2022-11-30T23:45:26+01:00
Torna in cima